fbpx
Alt Immagine

Over Sea Sardinia

cosa vedere al centro storico di Alghero

Cosa vedere ad Alghero – la città e la sua storia.

L’Alguer, amata dalla storia sulle ali del maestrale  Sés beglia quant’l sol ta basa tota/i ta carigna calma la marina/quan la gliuna de nit ta dasgota/la prata més gliuenta i la mas fina”. Così Rafael Sari (1904-1978) descriveva la sua città, Alghero, nell’incipit di un’omonima poesia: “Bella, quando il sole ti bacia e ti accarezza calmo il mare, quando la luna di notte ti veste d’argento splendente e purissimo”. Ma cosa vedere e cosa mangiare ad Alghero?

Una città speciale, “L’Alguer”, unica in quell’universo unico che è la Sardegna del Nord Ovest. Indissolubilmente legata al mare che qui portò prima i Pisani, poi i Genovesi, infine gli Aragonesi che dominarono la Riviera del Corallo per quattro secoli, lasciandovi un marchio indelebile. Già, perché in quest’angolo nordoccidentale di Sardegna ancora oggi, a trecento anni dall’avvento dei Savoia, il dialetto è la lingua catalana, che tra i bastioni e il golfo, tra Monte Doglia e Capo Caccia, è risuonato per più tempo dell’italiano. Negli angoli del centro storico, il nucleo della città moderna a ridosso del mare, la “piccola Barcellona” è impregnata di storia e cultura catalana. I cannoni e le catapulte, oggi scenograficamente posizionati sui bastioni e sul lungomare Dante, nel corso dei secoli hanno partecipato da protagonisti contro invasioni e assalti in tutto il medioevo fino all’arrivo di quelli che sarebbero poi diventati i sovrani d’Italia. 

Passeggiata notturna Alghero

Cosa vedere ad Alghero? A partire dal caratteristico campanile ottagonale della cattedrale di Santa Maria, fino alla cupola policroma della chiesa di San Michele – progettata da Antonio Simon Mossa – e difesa dalle imponenti mura a picco sul mare, per tutto l’anno è scelta da migliaia di turisti. I fantastici panorami algheresi meritano di essere osservati dal punto di vista dei tanti che, nella storia, hanno raggiunto quest’angolo di mondo via mare. Approdare – e partire per poi ritornare! – ad Alghero è comodo e pratico: nel porto turistico, a due passi dal centro, dove è possibile fruire dei servizi per i privati che raggiungono in barca le coste catalane. La Marina di Alghero è una piacevole meta anche per fare due passi tra le barche ormeggiate sotto la protezione vigile di Sant’Elm, il patrono dei pescatori, il cui simulacro viene trasportato al largo in una suggestiva processione ogni 25 giugno. Ancora oggi è possibile osservare ormeggiate delle vele latina, che un tempo, spinte dal maestrale, costellavano questi mari alla ricerca di pesce e del prezioso corallo – da cui il nome della riviera – che ancora oggi viene lavorato nelle botteghe artigiane e venduto in molti negozi del centro. Proprio qui ad Alghero, inoltre, ogni anno le marinerie del nord Sardegna si danno appuntamento per una partecipata regata dedicata al santo.

Cosa vedere ad Alghero ma anche cosa mangiare ad Alghero? Attratti dalla sua caratteristica bellezza, i diportisti apprezzeranno le prelibatezze della tradizione enogastronomica catalana. Anche a tavola comanda il mare e almeno una volta è obbligatorio assaggiare, in uno dei tanti ristoranti o trattorie della città, l’ineguagliabile aragosta, preparata – naturalmente – alla catalana, con cipolle e pomodorini. Immancabili nei mesi invernali gli intensi ricci di mare, i bogamarì, che accompagnano linguine, crostini o semplicemente il pane, ma ormai condimento diffuso anche sulla pizza. E ancora la rivisitazione della paella catalana, ad Alghero preparata utilizzando al posto del riso la fregula sarda, pasta di semola dalla caratteristica forma sferica. Si mangia bene, si beve anche meglio: tutto l’agro algherese è circondato da vigne e cantine di gran pregio che hanno imposto i loro marchi nel gotha dell’enologia non solo italiana, conquistando anno dopo anno prestigiosi riconoscimenti internazionali.

Vocata naturalmente al turismo, Alghero offre un ampio ventaglio di strutture ricettive, dalle più semplici alle più lussuose, dai centri benessere agli hotel a pochi passi dalle spiagge, adatte a tutte le tasche. Non sarà difficile, prenotando con un po’ di anticipo in particolare in alta stagione, trovare la soluzione giusta per le proprie vacanze, siano esse sportive o rilassanti, avventurose o consacrate al sole e al mare.

You don't have permission to register